Al momento stai visualizzando Quarto posto per l’Italia a Euro Morzine 2016!
Campionati Europei dei Paesi di Montagna Morzine 2016

Quarto posto per l’Italia a Euro Morzine 2016!

Si è conclusa con un quarto posto l’avventura dell’Italia agli Europei per Paesi di montagna, la cui edizione 2016 si è disputata a Morzine in Francia, dove si sono radunate le selezioni amatoriali di 12 nazioni per sfidarsi in campo a quota 1500 metri d’altezza, ma anche per scambiarsi culture e promuovere i propri territori.

Il team ossolano che si è vestito d’azzurro rappresentando il paesino di Piedimulera ha perso in semifinale contro la Russia, nazione che ha poi vinto il torneo. “Ma è stata comunque una grande soddisfazione perché visto come era iniziato per noi il torneo, questo è un risultato impensato” spiega il selezionatore della “nazionale azzurra” Aldo Noce.

L’Italia aveva infatti esordito male nel girone perdendo 2-1 contro la Repubblica Ceca e 3-2 con il Belgio. E’ riuscita a passare il girone solo grazie al 7-0 con cui ha sconfitto la Svizzera di Martin Andermatt, ex giocatore della nazionale elvetica e oggi tecnico. Poi ai quarti di finale ha battuto ai rigori i padroni di casa della Francia, con il portiere Alessandro Amodei che ha parato quattro penalty. Infine si è dovuta arrendere 7-1 in semifinale alla Russia e 1-0 nella finale per il terzo posto alla Repubblica Ceca.

Il miglior realizzatore dell’Italia è stato Klejdi Hado con 6 reti, seguito da Alessandro Elca: entrambi in questa stagione hanno giocato alla Juve Domo. In formazione (si giocava su un campo a 7) c’erano però anche giocatori del Fomarco come Simone Rota o Daniele e Mattia Piffero, del Piedimulera come Riccardo Sgrò o dei giovani come Luca Marta, Lorenzo Saclusa, Luca Marta e Alex Trapani. 7

“Purtroppo il maltempo di tutti e quattro i giorni ha reso difficile giocare su un campo a 1500 metri d’altezza, raggiungibile solo con una funivia – racconta Noce – ma gli organizzatori con cento volontari hanno fatto sforzi enormi per non annullare la manifestazione e per metterci nelle migliori condizioni”.

Oltre a essere un evento sportivo, nato per fini turistici, la rassegna curata in Francia da Thierry Marchand è stata una festa a cui hanno partecipato ospiti come l’ex portiere del Bayern Monaco Jean Marie Pfaff. “Noi abbiamo potuto rappresentare l’Italia grazie al patrocinio del Comune di Piedimulera, all’appoggio del comune di Macugnaga e a tanti sponsor privati – continua Noce – ma le altre nazioni sono tutte sostenute dalle regioni perché è un’occasione per fare promozione al territorio”.

Lascia un commento