Al momento stai visualizzando Presentato il programma del 5° Bergdorf-Em!

Presentato il programma del 5° Bergdorf-Em!

Sarà Austria-Germania ad aprire, giovedì 20 giugno 2024 alle 16 a Macugnaga, l’Europeo di calcio amatoriale per Paesi di montagna. L’Italia, campione in carica, debutterà alle 19 contro la Svezia. Nel girone B con gli azzurri ci sono Svezia, Svizzera e Francia, a completare il girone A con Austria e Germania sono invece Inghilterra e Paesi Bassi.

Comincia così il programma del Bergdorf-Em, evento che si disputerà dal 20 al 23 giugno per la prima volta in Italia, a Macugnaga. Il comitato internazionale, che propone gli Europei ogni quattro anni con l’intento di diventare un’anteprima alla rassegna UEFA (denominato Bergdorf-Em, presieduto da Fabian Furrer), ha assegnato all’associazione Bergdorf Italia Piedimulera Macugnaga l’edizione del 2024.

La presentazione dell’evento si è tenuta all’Ossola Outdoor Center di Crevoladossola, che tra l’altro fino a giugno ospita il “Corner degli Europei” una mostra dedicata alla manifestazione, con fotografie e cimeli che raccontano la storia di quello che viene definito il “torneo più pazzo delle Alpi”. Proprio Ossola Outdoor Center di Crevoladossola è uno dei main sponsor dell’evento. La manifestazione è patrocinata da tutti i Comuni della Valle Anzasca, Piedimulera, Calasca Castiglione, Bannio Anzino, Vanzone Con San Carlo, Ceppo Morelli e Macugnaga e dal Distretto Turistico dei Laghi.

Saranno otto le Nazioni che si sfideranno ai piedi del Monte Rosa: Italia, Svizzera, Francia, Austria, Olanda, Inghilterra, Svezia e Germania. I giocatori sono amatori che ai loro Paesi giocano in campionati dilettantistici per pura passione e divertimento. Agli Europei montani indossano però la maglia della propria nazionale, ascoltando l’inno prima di ogni partita. Ogni Paese partecipa all’Europeo per promuovere un villaggio al suo interno. L’Italia gioca per rappresentare la Valle Anzasca.  La Svizzera rappresenta Eischoll, l’Austria partecipa con Wagrain Kleinarl, la Germania con Steinbach Hallenberg, la Francia con Morzine, la Svezia con Hagastaden Stockholm, l’Olanda con Vijlen, Inghilterra con l’Isola di Man.

Si gioca a otto giocatori, le partite durano in tutto 45’ suddivisi in due tempi da 22 minuti e mezzo. Ad arbitrare, tra gli altri, anche un ex professionista: si tratta del tedesco Bernd Heynemann, che tra le altre diresse Italia-Norvegia ai Mondiali di Francia 1998, ottavo di finale vinto dagli azzurri 1-0 con gol di Vieri. L’ingresso al campo sportivo per tutte le giornate è totalmente gratuito e aperto a tutti.

L’Europeo è sì un evento sportivo, ma vuol diventare una festa tra i rappresentanti di otto nazioni per promuovere bellezze paesaggistiche, storie di montagna, tradizioni culinarie, ma anche per creare momenti di svago e divertimento aperti a tutti, con musica e iniziative per bambini.

L’apertura ufficiale della festa è in programma mercoledì sera alle 19 con cucina e bar che resteranno aperti fino a domenica tutti i giorni dalle 11 fino a notte. Mercoledì si proseguirà poi alle 21 con Dj Cris e Dj Fly.

L’evento comincerà a entrare nel vivo giovedì. In mattinata grazie alla preziosa collaborazione col CAI di Macugnaga e di Piedimulera, una delegazione italiana salirà al monte Moro per attendere la delegazione svizzera che entrerà in Italia a piedi, proprio attraverso il monte Moro. Ci sarà un saluto simbolico al confine, sulla via che per secoli ha rappresentato una preziosa fonte di scambio, anche culturale, tra la Valle Anzasca e il Canton Vallese.

L’Europeo vero e proprio comincerà nel pomeriggio con la cerimonia d’apertura che scatta alle 14,30. Si tratta di un corteo per le vie di Macugnaga, dal parcheggio dei bus, fino al campo sportivo, di tutte le Nazioni, seguite dalle associazioni del territorio che vorranno aderire. “Si tratta di un’iniziativa importante per far conoscere le nostre tradizioni e i nostri costumi, a cui speriamo possano aderire tante realtà” commenta il presidente di Bergdorf Italia Franco Piantanida. La sfilata culminerà con un giro d’onore all’interno del rettangolo di gioco, durante il quale ogni associazione sarà presentata a tutte le Nazioni. Al termine è previsto un ristoro per tutti, ma non per i giocatori di Austria e Germania: dovranno infatti correre negli spogliatoi a cambiarsi perché alle 16.00 dovranno essere pronti per il fischio d’inizio. A seguire alle 17.00 Francia-Svizzera, alle 18.00 Inghilterra-Olanda, alle 19.00 Svezia-Italia.

La cucina funzionerà tutto il giorno, in serata divertimento e musica con Dj Enzo Morgan di Radio Studio 92.

Venerdì si proseguirà con le ultime partite dei gironi. Si parte al mattino alle 11 con Svizzera-Italia. A seguire alle 13 Germania-Olanda, alle 15 Francia-Svezia e alle 17 Austria-Inghilterra. Il venerdì è il giorno dedicato al Gran galà dei “Vip”: i dirigenti di ogni Nazione si ritroveranno per discutere del futuro del Bergdorf-Em, durante la quale solitamente si programmano gli eventi di promozione (come lo erano state le partite sulla neve organizzate a Macugnaga) per far parlare delle Alpi e delle sue genti.  Al campo sportivo la serata proseguirà alle 21 con Dj Stenny.

Sabato e domenica saranno i giorni clou, con famiglie e bambini che saranno i benvenuti. Proprio per i bambini ci sarà “Pompieropoli”: saranno installati, grazie alla preziosa collaborazione con i Vigili del Fuoco di Macugnaga, dei gonfiabili, usufruibili in maniera totalmente gratuita.

Sabato si comincia a giocare alle 11 con Olanda-Austria, alle 13 Italia-Francia, alle 15 Inghilterra-Germania, alle 17 Svezia-Svizzera. A fianco al programma sportivo, c’è un ricco programma di eventi collaterali. Attorno a mezzogiorno infatti si accoglieranno a Macugnaga i motocilisti poiché è previsto un raduno di Harley Davidson, corteo che attraverserà tutta la Valle Anzasca da Piedimulera fino a Macugnaga. Il sabato è poi il giorno della Festa svedese del Midsommar, motivo che accompagnerà tutta la giornata: i rappresentanti della squadra svedese saranno omaggiati con corone di fiori, il menù di giornata conterrà anche torta di fragole. “Piccoli gesti per onorare questa loro festa molto sentita” commenta il presidente del Bergdorf Italia Franco Piantanida. Dopo cena l’appuntamento è con la Blue Buffalo Band, che spazierà tra diverse epoche e culture della musica country, traditional western al new country di oggi.

La classifica della giornata di sabato delineerà i quarti di finale che scatteranno alle 9 della domenica. Di fatto, domenica, sarà una giornata di calcio no-stop, poiché ci saranno partite a tutte le ore. Le semifinali cominceranno alle 14, la finale per il terzo posto alle 16,30, mentre la finalissima per il titolo europeo è in programma alle 18. Premiazioni a partire dalle 19, a seguire – qualsiasi sarà il risultato – festa per tutti con dj Cris e dj Stenny per l’ultima serata.

Per tutti e quattro i giorni, come ospite speciale, ci sarà il soprano di fama internazionale Laura Ansaldi. Ha scaldato il palcoscenico dell’opera nel 2001 con “Tosca”, proseguendo poi con molte esibizioni importanti in tutto il mondo, dall’Italia, fino agli Stati Uniti, ma grazie alla sua versatilità è diventata anche popolare come interprete di musical e teatro.

“Oltre all’onore che ci porta e per il quale ringrazio il presidente del Comitato internazionale Fabian Furrer e le associazioni locali Bergdorf Italia e Piedimulera Calcio, questo torneo sportivo internazionale è anche l’occasione di un incontro conviviale in ricordo delle nostre origini, delle nostre tradizioni e delle nostre peculiarità – il commento del sindaco di Macugnaga Alessandro Bonacci – Si tratta di un patrimonio che accomuna da secoli tutte le comunità Walser, popolo che ha saputo conservare e valorizzare ambiente e territorio nella sua nella sua specificità e bellezza, rinnovando la propria identità con iniziative culturali volte a tramandare e rinnovare il passato alle generazioni future. Una di queste è sicuramente il Bergdorf-Em che solo i Walser potevano pensare, organizzare e realizzare. Il torneo di calcio rappresenta per tutti un momento di aggregazione sociale che valorizza anche le nostre capacità organizzative del saper fare, del saper esprimere e dimostrare al mondo chi siamo e cosa vogliamo essere, gente impegnata nel lavoro, nella famiglia e nel sociale, portatrice di pace e amicizia tra i popoli. Il tutto in questa splendida e unica cornice montana con paesaggi da mozzafiato che solo qui si possono ammirare”.

“Tutto è partito quasi vent’anni fa grazie a un’intuizione di un appassionato di calcio di Piedimulera, Aldo Noce, che ha sempre valorizzato quest’evento, prodigandosi affinché l’Italia partecipasse alla prima edizione, svolta nel 2008 a Gspon in Svizzera, con una selezione di giocatori di Piedimulera e di tutta l’Ossola – racconta il sindaco di Piedimulera Alessandro Lana – col passare degli anni di “Bergdorf”, così viene comunemente chiamato il Campionato Europeo montano, si è parlato in tutta la provincia, grazie anche alle nascenti sinergie. Dapprima la collaborazione con il Piedimulera calcio che portò qualche anno fa a organizzare un torneo internazionale di promozione proprio a Piedimulera, successivamente con Franco Piantanida, che tutti conoscono per aver portato il Torino in ritiro a Macugnaga nei primi Anni Duemila e che ha poi sposato con entusiasmo la causa promossa da Noce. Questa unione di intenti, fortificata con iniziative impegnative e originali, come l’organizzazione di partite sulle nevi del monte Moro o del Belvedere, ha portato il comitato svizzero a premiare le capacità organizzative dei nostri dirigenti, con un evento internazionale che porterà lustro al territorio”.

Lascia un commento